One minute

Dina NaserBelgio - 201510 min
Suggerito per: classi III - IV - V medie superiori
Lingua: Sottotitolato in Italiano
Tematiche proposte: Guerre Asimmetriche - Società in Ostaggio - Striscia di Gaza

Sinossi

Salma è una donna di 37 anni che vive con la figlia a Gaza, nel quartiere Shujaiya.
Il cortometraggio ricostruisce la notte del 2014 in cui il quartiere subì un attacco israeliano intensivo, noto come il Massacro di Shujaiya.

Biografia

Dina Naser è una regista giordana con origini palestinesi.
Inizialmente impegnata nella lavorazione di prodotti televisivi e cinematografici quali Sesame Street, The Cut di Fatih Akin e Inchallah di Anais Barbeau‐Lavalette, nel 2011 realizza il suo primo corto, Shamieh, su un anziana donna palestinese che vive in un campo di rifugiati in Giordania. L’anno seguente realizza Tiny Souls un corto sui bambini siriani che vivono nei campi per rifugiati che sta sviluppando in un lungometraggio.

Approfondimento

La ricostruzione dei momenti che precedono il bombardamento del quartiere, nel buio di un blackout generale che incombe su Gaza, viene fatta quasi esclusivamente attraverso i suoni (pianto di bimba, parole di conforto della mamma, telefonate concitate, registrazioni, rumori di esplosioni). La fioca luce di un telefonino, di un accendino, di una sigaretta illumina squarci di apprensione e di terrore. L’immagine torna per mostrare il quartiere, al mattino, completamente distrutto.
Pur mostrando così poco, il film immerge lo spettatore nel dramma delle indiscriminate rappresaglie ai danni di una popolazione che vive in un carcere a cielo aperto.